Moncalieri, scuole e giovani impegnati a mantenere viva la memoria della Resistenza

Pubblicato da TorinoOggi, 7 Aprile 2019

Il progetto "Aspettando il 25 aprile: la memoria batte nel cuore del futuro" coinvolge oltre 30 istituti cittadini. Ogni classe “adotta” una lapide, un cippo o un monumento

Recuperare le storie dei caduti per la libertà coinvolgendo le scuole, i giovani e le comunità locali: un’ambiziosa iniziativa della Città di Moncalieri a cavallo tra passato, presente e futuro.  
Sono oltre 30 le classi delle Scuole Elementari, Medie e degli Istituti Superiori della Città che hanno aderito alla scommessa dell’Amministrazione: onorare la memoria dei caduti e dei partigiani, riqualificando i luoghi di commemorazione e ricordando le loro storie  attraverso forme di narrazione e l’utilizzo di linguaggi vicini ai giovani. 
Ogni classe  ha “adottato” una lapide, un cippo, un monumento; e a partire da quel luogo gli studenti hanno svolto un lavoro di ricerca e di approfondimento, di recupero e emersione dei fatti e delle storie di quelle persone che con la loro scelta e il loro impegno hanno fatto la differenza  in tal senso. Le storie e le suggestioni emerse saranno, quindi, condivise con la comunità in un calendario di appuntamenti sparsi in tutta la città. 
“Con il progetto “ASPETTANDO IL 25 APRILE: la memoria batte nel cuore del futuro”, come Città di Moncalieri, intendiamo contribuire a rafforzare una memoria diffusa e condivisa, ma anche dare un contributo concreto per meglio comprendere le vicende della resistenza e per tramandarne i valori e gli ideali che sono alla base dei valori democratici che sorreggono la convivenza civile”, spiega il Sindaco Paolo Montagna, in piena sintonia con l’Assessora Silvia Di Crescenzo “In questa direzione il progetto offre ai bambini e ai ragazzi delle nostre scuole la possibilità di vivere la solennità del 25 aprile “alla loro misura”, insieme ai loro compagni e insegnanti in un contesto educativo coinvolgente”. 
Cippi, monumenti, targhe e lapidi, erette in onore di partigiani e civili caduti nella Resistenza contro l'occupazione nazifascista nella seconda guerra mondiale, punteggiano le vie e le piazze della nostra città, ma spesso sono ridotte in stato di degrado. Attraverso questo progetto, articolato in 15 appuntamenti, 30 classi del Comune di Moncalierirendono viva la Resistenza  “adottando” lapidi, monumenti e storie. 
Parallelamente due classi dell’istituto IIS Majorana hanno deciso di affrontare questo tema attraverso la multimedialità. Attraverso il progetto “Moncalieri “R…esiste” si sono attivati per la realizzazione di una mappa multimediale geo-referenziata dei monumenti dedicati ai caduti e ai partigiani moncalieresi, che potrà arricchirsi e ampliarsi nel corso del tempo con le testimonianze e i contributi di tutta la comunità locale. 
A sostenere il Progetto e il lavoro delle scuole, qualificate realtà del nostro territorio :ANPI Sezione Moncalieri, Ass. Nazionale Alpini, Ass. Nazionale Bersaglieri “Col. Ugo Verdi”, Gruppo Trasmissioni Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri - Sez. Moncalieri. 
Condividi: