Finita l’allerta meteo anche a Moncalieri: diminuito anche il livello del Po

Pubblicato da: TorinOggi, 25 novembre 2019

Ora è il momento della conta dei danni, che per fortuna sono stati piuttosto limitati

Ha smesso di piovere da ore, nel pomeriggio si è rivisto persino un pò di sole. A Moncalieri è finita l'allerta meteo, per fortuna questa volta non ci sono state conseguenze disastrose come in occasione dell'alluvione del novembre 2016.
I nuovi livelli dei fiumi tranquillizzano: il Po, che in mattinata preccupava ancora, è sceso di circa 30 centimetri nel pomeriggio, mentre il Chisola ormai è assestato poco sopra la presoglia di 2 metri e 9. Ieri era salito fino a oltre quota 4 metri e mezzo. Ora è tempo della conta dei danni, che fortunatamente sono stati contenuti. Qualche garage e cantina allagata, mentre è andata peggio a qualche capannone vicino le zone di laminazione dei fiumi. Allagamenti o problemi che per fortuna non hanno nulla a che fare con quanto capitato nel 2016. A La Loggia, in mattinata, sono stati evacuati due anziani che si sono ritrovati l’appartamento allagato. Dopo essere stati rifocillati in parrocchia, sono andati a casa dei figli. Intanto continua il presidio di Carabinieri, Polizia Municipale, Protezione Civile e tecnici del Comune di Moncalieri. "Su mia indicazione, su tutto il territorio sono al lavoro le squadre per la pulizia dei tombini e delle caditoie, e per interventi sulle buche formatesi a causa delle piogge", ha fatto sapere il sindaco Paolo Montagna. Sono stati riaperti il Ponte di Barauda e strada Vinovo, mentre rimangono precauzionalmente chiusi i sottopassi Brandina e Tiro a Segno e il Parco di Lungo Po Abellonio. La viabilità del territorio è regolare come il servizio di trasporto pubblico locale. La conferma che a Moncalieri si sta tornando alla normalità, dopo un lungo weekend di pioggia e maltempo. LINK ARTICOLO: http://www.torinoggi.it/2019/11/25/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/finita-lallerta-meteo-anche-a-moncalieri-diminuito-anche-il-livello-del-po.html
Condividi: