Open District Moncalieri: torna la kermesse che unisce arte, fashion e design

Pubblicato da TorinoOggi, 31 Maggio 2019

Appuntamento venerdì 7 giugno dalle 15 alle 23, sabato dalle 11 alle 23 e domenica dalle 11 alle 23

 
Open District Moncalieri torna, ma con una veste tutta nuova. Perché l’arte, il fashion e il design non riescono a stare fermi. Così, le location diventano quattro: al Giardino delle Rose e al Castello Reale, fulcri della prima edizione, si aggiungono il Porto Onlus di via Petrarca 18, lo show room Lettera F in piazza Vittorio Emanuele 7 e lo studio di architettura Tra Le Righe in via Santa Croce 17/b. 
Dal 7 al 9 giugno, l’evento organizzato dall’associazione Golfart invaderà Moncalieri con oltre 50 espositori, più del doppio rispetto alla passata edizione. Trentatré saranno gli artisti, cinque i designers, ai quali si aggiungerà la mostra Spazio al Design, promossa dalla Fondazione per l’architettura / Torino in collaborazione con l’Ordine degli Architetti e il focus group OAT Design, dedicata al tema della città accessibile, dieci i fashion designers, quattro i nostri esperti del food. Ma quest’anno ci sarà una novità, la nascita di una sezione "trasversale": il Baratto. Sette espositori, all’interno del Porto, non venderanno le proprie opere, ma le doneranno in cambio di… qualsiasi cosa. 
L’inaugurazione si terrà il 7 giugno e sarà divisa in due tappe. Alle 17.30 appuntamento al Porto Onlus, l’istituzione attiva dal 1983 nel trattamento di persone con disturbi psichiatrici gravi e di personalità; qui è nato l’atelier di arte terapia, dove i pazienti sono liberi di esprimersi nei modi e nei tempi che desiderano: le loro opere saranno esposte, tra le altre, in occasione di Open District. 
Da qui, una passeggiata porterà alla seconda tappa dell’inaugurazione, alle 18.30 al Castello di Moncalieri, dove alle 19 inizierà il live-set di Karma Keeper, tra elettronica e deep, che proseguirà tutte le sere, aggiungendosi ai nostri workshop e conferenze. E per l’apertura, ospite speciale sarà l’illusionista Marco Berry, che verrà a ritirare i quadri a lui omaggiati dall’artista Laura Demaria. 
"Un sentito grazie alla Città di Moncalieri, che quest’anno ci ha dato la possibilità di allargarci anche in altre location, tutte legate tra loro da una vera e propria passeggiata nell’arte. Ma non solo: per questa seconda edizione ci siamo ingranditi, passando ad oltre 50 espositori dall’elevata qualità. Ringrazio anche Iren e la Camera di Commercio per il sostegno alla manifestazione; e l’ordine degli Architetti, che ci donerà una sua mostra-studio", racconta il patron dell’iniziativa e presidente dell’associazione Golfart, Pegi Limone. "Dopo gli ottimi riscontri dell’edizione 2018, Open District Moncalieri ritorna per la seconda volta al Giardino delle Rose. Con soddisfazione abbiamo confermato la collaborazione: il tema del design è da sempre nelle corde della storia della città e nel Giardino ai piedi del Castello Reale ha trovato una degna collocazione, all’interno della programmazione di Moncalieri Experience, il nostro cartellone culturale estivo. Un calendario che porterà il Giardino ad aprirsi ogni weekend con proposte culturali e spettacoli di qualità, e che da quest’anno è anche inserito nella rassegna Palchi Reali, promossa da Regione Piemonte e Consorzio delle Residenze Sabaude con il coordinamento di Piemonte dal Vivo", aggiunge l’assessore alla Cultura di Moncalieri, Laura Pompeo.
Condividi: