Dal 2026 tornano i battelli sul Po tra i Murazzi e Borgo Navile: il progetto

Condividi:

Previsto il rimessaggio dei battelli elettrici alla passarella Maratona: qua anche una stazione di ricarica, oltre ai Murazzi

Pubblicato da: TorinOggi, 28 dicembre 2021

Dieci milioni di euro per rendere di nuovo navigabile il Po entro il 2026. Questa mattina la giunta Lo Russo, su proposta dell’assessore Francesco Tresso, ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica per far tornare i battelli a solcare il fiume nel tratto compreso tra i Murazzi e Borgo Navile a Moncalieri. Un intervento da 10 milioni di euro finanziato con i soldi del Pnrr, che si inserisce nella riqualificazione dell’area del Valentino da 180 milioni di euro.

Rimessaggio della barche alla passerella Maratona

Nel dettaglio sono previsti interventi di manutenzione degli imbarchi esistenti (Borgo Navile, Le Vallere, Piscina Lido, Italia ’61, Borgo Medievale, Murazzi), con rifacimento della pavimentazione in legno dei moli, oltre alla sostituzione delle transenne in ferro ammalorate. Verrà poi realizzato una struttura per il rimessaggio delle imbarcazioni subito a monte della passerella Maratona, costituita da una darsena lunga 70 metri e larga 23, dotata di pontile galleggiante e carro-ponte per sollevare gli scafi.

Imbarcazioni elettriche e stazioni di ricarica

Previsto l’acquisto di due imbarcazioni elettriche/ibride per una spesa da un milione, che potranno ospitare fino a 64 passeggeri con 2 membri dell’equipaggio. Una parte dello scafo sarà chiusa e al riparo e grazie alle ampie vetrate permetterà un’ottima visuale del panorama. Prevista poi la creazione di due stazioni di ricarica elettriche in corrispondenza degli attracchi “Rimessaggio Maratona” e “Murazzi”. “Il Po – ha spiegato il sindaco Stefano Lo Russo – ha un valore ambientale e paesaggistico importante, che è stato un po’ trascurato. Ora abbiamo l’occasione di poterlo rivatilizzare, facendolo diventare un asse di sviluppo sportivo e turistico”.

233 milioni sulla rigenerazione urbana

Sempre questa mattina il primo cittadino ha annunciato gli assessori stanno costruendo il dossier della Città di Torino “per la progettualità sulla rigenerazione urbana da 233 milioni di euro assegnati alla Città Metropolitana”. Entro marzo 2022 Palazzo Civico dovrà presentare “uno studio di fattibilità di progettualità integrata”, che contenga appunto gli interventi. Tra le priorità le biblioteche, i centri civici, gli impianti sportivi, così come l’abbattimento delle barriere architettoniche.  

Cinzia Gatti

LINK ARTICOLO: https://www.torinoggi.it/2021/12/28/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/dal-2026-tornano-i-battelli-sul-po-tra-i-murazzi-e-borgo-navile-il-progetto.html

Condividi: