MONCALIERI – Nuovi monitor e telemetrie per la Cardiologia del Santa Croce

Pubblicato da Torino sud il 20/07/2017

La terapia intensiva cardiologiaca si conferma un'eccellenza e si arricchisce di nuovi strumenti all'avanguardia per garantire la sicurezza dei pazienti. Saitta: «È il rinnovamento tecnologico voluto dalla Regione»

Sei monitor (uno per ogni posto letto ), altri 2 schermi portatili per garantire il trasporto del paziente in sicurezza e 10 telemetrie per i posti letto del Reparto di Degenza sono stati acquistati dall’Asl To5 per la Struttura di Cardiologia del Santa Croce di Moncalieri. 

«Una preziosa strumentazione di monitoraggio – illustra Maria Teresa Spinnler direttore della Struttura di cardiologia - la cui peculiarità è quella di poter registrare in tempo reale l’elettrocardiogramma in tutte le 12 derivazioni dando pertanto la possibilità di una valutazione di più parametri continua che consenta di identificare , in modo specifico ed accurato, potenziali aritmie o eventi che necessitino l’intervento immediato medico-infermieristico. Questo avanzato sistema di monitoraggio è presente in pochi centri in Italia ed è unico in Piemonte». 

Il numero dei ricoveri in Cardiologia per anno è circa 900, circa 150 per infarto miocardico acuto che necessita di angioplastica primaria, eseguita in Emodinamica. La Struttura Complessa di Cardiologia è attiva dal 1990 e comprende una Terapia Intensiva Cardiologica ( Utic) ed un Reparto di Degenza. I pazienti cardiopatici proprio per le caratteristiche di instabilità necessitano durante il ricovero in Utic o nel reparto di degenza di un sistema di monitoraggio che permetta di valutare in tempo reale sia l’elettrocardiogramma che il controllo dei parametri vitali.

«Si tratta di un sistema di monitoraggio completamente nuovo con caratteristiche all’avanguardia - ha sottolineato il direttore generale Massimo Uberti -. Questa strumentazione è in grado di garantire e dare sempre migliori e più efficaci risposte ai pazienti che si rivolgono alla nostra struttura».

La cardiologia dell’Asl To5 è la prima in Piemonte per la ridotta mortalità correlata all’infarto miocardico: «Le apparecchiature per il monitoraggio cardiologico fanno parte di quel rinnovamento tecnologico che la Regione intende realizzare ora che è definitivamente uscita dal piano di rientro – ha puntualizzato l’Assessore alla sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta -. Le nuove tecnologie ci permetteranno di dare risposte sempre più efficaci per la sicurezza dei pazienti e per migliori condizioni di lavoro degli operatori».

Link Articolo Completo: https://www.torinosud.it/cronaca/moncalieri-nuovi-monitor-e-telemetrie-per-la-cardiologia-del-santa-croce-12022

Condividi: